Description

Anche i serial killer alla fine si mettono a riposo. Appendono il coltello — o il laccio o la pistola — al chiodo e tanti saluti. Il protagonista di “Memorie di un assassino” (traduzione di Andrea De Benedittis, Metropoli d’Asia, pagine 98, euro 10) fa così: arriva a tarda età convinto di avere una figlia adottiva che reputa mal fidanzata e conserva un affettuoso ricordo delle sue imprese di anni prima. Imprese cruente, che lui tuttavia avvolge nel malinconico struggimento delle cose che furono e non torneranno.

E-Book (5)

Translated Books (66)

News from Abroad (93)

International Events (22)

Report/Texts (11)