Share
  • Book
  • Italian(Italiano)

생의 이면

  • Author
  • Country
    Republic of Korea
  • Publisher
  • Published Year
    1992
  • Genre
    Literature - Korean literature - Contemporary fiction

Title/Author/Genre

  •  

    Title: L’altra faccia della vita

    Author: Lee Seung-u

    Genre: romanzo

     

    LTI Korea staff: Kuh Hyojin (hyojin.kuh@klti.or.kr / +82-2-6919-7746)

Description

  • About the book

     

    A un anonimo narratore, un uomo di lettere, è affidato il compito di tracciare il profilo biografico di Bak Bugil, uno scrittore coreano di discreto successo, e di sondare il rapporto tra la sua vita e le sue opere. Alla base della richiesta c’è un progetto editoriale dal nome «Gli autori visti da vicino», che si propone di fornire al lettore, troppo abituato a un’idea più che mai astratta dello scrittore, uno sguardo al suo lato più intimo e umano.

     

    Ciò che ci troviamo davanti aprendo L’altra faccia della vita sono proprio gli appunti, in forma discorsiva, che il narratore-redattore prende durante la sua ricerca. Nel libro si alternano le (talvolta lunghe) citazioni dirette, a mo’ d’intertesto, dalle opere di Bak che il narratore ritiene particolarmente significative, seguite poi dai suoi commenti e dalle sue congetture circa quali aspetti della vita dello scrittore si intersecano con il contenuto delle opere.

     

    Si parte dall’infanzia di Bak: bambino intelligente, solitario, diverso dagli altri, e soprattutto molto infelice. Teatro della sua infanzia è un paesino delle province del sud della penisola coreana, luogo carico di ricordi traumatici a cui il Bak Bugil adulto non è mai più tornato. Le figure chiave di questo periodo sono lo zio (a casa di cui il piccolo Bugil vive), una figura dispotica e autoritaria; un vecchio uomo afflitto da demenza e pazzia che vive incatenato in una catapecchia nel giardino sul retro della casa (giardino nel quale si erge tra l’altro una pianta di cachi che lo zio gli proibisce di cogliere – traslazione dell’albero del peccato); e infine i genitori, che però per Bak hanno una connotazione negativa: sua madre lo abbandona, e tutto ciò che sa di suo padre è che si trova in un luogo lontano per compiere degli «studi molto difficili», al termine dei quali diventerà giudice e potrà tornare a casa per fare la fortuna di tutta la famiglia.

     

    Bak finirà per aiutare inconsapevolmente il suicidio dell’uomo incatenato (che scoprirà poi essere suo padre – ma il lettore lo scopre più tardi), in seguito al quale lascerà il paese.

     

    La storia prosegue con l’adolescenza di Bak, che vede due protagoniste principali: una ragazza più grande, conosciuta in chiesa, della quale si innamora, e la religione protestante, alla quale è avvicinato proprio da quest’ultima, e per la quale sceglie di intraprendere gli studi teologici. Bak sogna un amore assoluto, di auto annullamento, e per questo impossibile da attuare. Il proprio abbandono verso questa figura femminile è in qualche modo il simbolo del suo affidare al sacro e al divino le sorti di una vita che non ha mai compreso, incarnata dalla sofferenza per i traumi di un passato che non riuscirà mai a lasciarsi alle spalle, il cui fulcro è la morte del padre.

     

    L’amore di Bak è destinato a concludersi senza un lieto fine. Ormai adulto, sceglierà infine la scrittura e la letteratura come cura, come propria via di salvezza ultima: la genesi dello scrittore Bak è compiuta.

     

    I temi religiosi sono certamente presenti, ma c’è anche una buona dose di psicanalisi à la Coscienza di Zeno: pur essendo un romanzo, e quindi finzione, il libro è costruito in modo che il confine tra il personaggio di Bak e il narratore – così come quello tra il narratore e lo stesso Lee – si assottigli sempre più con il procedere della lettura, fino a lasciarlo nudo nella sua ‘confessione’.

     

    About the author

     

    Autore

     

    Lee Seung-u

     

    Biografia

     

    Lee Seung-u nasce nel 1957. Ha studiato teologia alla Theological University di Seoul e alla Yonsei University. Ha inoltre insegnato scrittura creativa alla Chosun University di Gwangju. Il suo debutto come scrittore risale al 1981, e per L’altra faccia della vita è stato insignito nel 1993 del premio letterario della Fondazione Daesan.

     

    Lee Seung-u è considerato in Corea uno dei padri della cosiddetta ‘letteratura cristiana’ (protestante). Nei suoi libri ricorre spesso il tema della salvezza ultima dell’uomo, la cui condizione è essenzialmente miserabile perché segnata dal peccato originale. L’aiuto divino può esistere, ma è assai raro, e l’uomo si trova a dover affrontare il suo viaggio verso la salvezza da solo, affidandosi alla propria fede.

     

    Tuttavia caratterizzare Lee concentrandosi solo sull’aspetto religioso non renderebbe giustizia allo spettro tematico ben più vasto della sua opera. Tra i vari temi affrontati c’è quello della letteratura, e più in generale dell’arte, come mezzo per superare la frattura altrimenti insanabile che si ripresenta senza sosta fra le crepe del linguaggio, fra la relatività assoluta dei valori umani, fra la dimensione terrena e imperfetta dell’uomo e una più alta verso cui l’uomo stesso prova un desiderio di congiungimento.

     

    Il corpus della sua opera è molto vasto. Si ricordano, oltre a L’altra faccia della vita, La leggenda dell’amore (1996), Vita privata delle piante (2000) e Vivrò a lungo (2002).

     

    Bibliografia

     

    (L’altra faccia della vita)

    Tedesco: Die Rückseite des Lebens, Horlemann, 1996.

    Francese: L’envers de la vie, Zulma, 2000.

    Inglese: The Reverse Side of Life, Peter Owen, 2005.

    Spagnolo: La otra cara de la vida, Ediciones Barataria, 2011.

    Cecoslovacco: Ta druhá strana života, ARGO, 2015.

     

    (Vita privata delle piante)

    Francese, La vie rêvée des plantes, Zulma, 2006.

    Spagnolo, La vida secreta de las plantas, Ediciones del Ermitaño, 2009.

    Russo, Тайная жизнь растений, Гиперион (Hyperion), 2013.

    Inglese, The Private Life of Plants, Dalkey Archive Press, 2015.

    Polacco, Prywatne życie roślin, Kwiaty Orientu, 2016.

     

    About the translators

     

    Stefano Boggia

     

    Stefano Boggia è dottorando in letteratura coreana moderna presso la Kyung-Hee University di Seoul. Ha conseguito la laurea magistrale in lingue e culture dell’Asia orientale presso l’università Ca’ Foscari di Venezia nel 2012 con un punteggio di 110 con lode. Si è inoltre classificato primo al concorso di traduzione letteraria del 2010 indetto dall’università Ca’ Foscari di Venezia per la traduzione dall’inglese di tre racconti di Fay Weldon. Nel 2015 ha ricevuto una sovvenzione da parte del LTI (Literature Translation Institute) Korea per la traduzione de Il salmone d’argento di Ahn Do-hyun. Ad agosto del 2016 riceve la sovvenzione della Fondazione Daesan per la traduzione del romanzo Lasciatemi continuare (titolo provvisorio) di Hwang Jeungun, e a novembre dello stesso anno quella del LTI Korea per L’altra faccia della vita di Lee Seung-u. Per l’Arts Council Korea ha tradotto i racconti Lo scriba del re di Han Yujoo (2015), Romance Papa di Shin Hye-jin (2016) e La siepe di forsythia di Baek Min-seok (2017). È attualmente impegnato nella traduzione, sotto sovvenzione del LTI Korea, di dieci racconti coreani del XX secolo per una raccolta sul tema dell’amore di prossima pubblicazione presso Atmosphere libri. La sua attività traduttiva nel settore non letterario include, tra le altre, la traduzione di sottotitoli di documentari, film e telefilm coreani, oltre che la traduzione degli articoli del numero di Limes di dicembre 2016 dedicato alla penisola coreana.

     

    Media Response/Awards Received

     

    Un immaginario ricco e inebriante che restituisce all’amore la propria dimensione mitica.

    — Agnès Séverin, «Le Figaro Littéraire», 2006.

     

    La letteratura coreana merita il premio Nobel, e personalmente ritengo che Anatoly Kim, Hwang Sok-yong, e Lee Seung-u siano i migliori candidati.

    — Jean-Marie Gustave Le Clézio, conferenza stampa premio Nobel, 2008.

     

Translated Books (28)

News from Abroad (52)